Ancora Ipo

Testimonianza di Silvia (36 anni, paziente con la malattia di Hashimoto)

Sono 20 anni che penso di avere problemi con la tiroide. Da quando avevo 15 anni sono cominciati i primi sintomi, con ciclo irregolare, sbalzi di peso e umore da esaurita. Ero sempre stanca, svogliata, con sintomi d’orticaria improvvisi, ma vista la situazione di stress in famiglia, era stata giustificato per quello. E mi hanno mandato dallo psicologo. Ogni anno facevo le analisi del sangue, visto che in famiglia abbiamo diverse malattie, tra cui gli esami ft3 ft4 tsh, nella norma compresi quelli per gli anticorpi, anti tg anti tpo, invece alti. E anche una ecografia alla tiroide in cui risultava un nodulo, minuscolo, ma che viste le analisi del sangue, avevo solo una tiroidite, non serviva approfondire… Accantonata la tiroide, che secondo loro non aveva nulla, inizio a indagare su altri sintomi. Smetto la pillola, e mi trovo ad avere un ciclo all’anno. Analisi del sangue, controlli genetici, ormonali, e risulta una menopausa anticipata(28 anni), e che devo mettermi a dieta perché gli zuccheri sono alti. Riprendo la pillola, sotto guida del ginecologo e mi metto a dieta, sotto la guida del dietologo. Successivamente inizio ad avere problemi respiratori, asma, e una volta all’anno ero totalmente afona. Fatto i test allergologici, visita dal pneumologo e non risultava nulla. Poi ho avuto un periodo di in cui non ho avuto sintomi eclatanti, per circa 3-4 anni. E nell’arco di poco, ritorna tutto, prurito improvviso(allergia ai detersivi?), stanchezza cronica, la mia frase tipica alla domanda come stai era :”SONO DISTRUTTA!”Mi vergognavo ad esserlo, perché non avevo un lavoro stressante inoltre, secchezza agli occhi, alla bocca, la pelle che tira, ovunque!I dolori alle caviglie, ai polsi, i dolori alla muscolatura in generale. E la personalità di dott. Jekill e mister Hyde… Poi nel 2013 mi sono impuntata!avevo qualcosa e volevo saperlo! A costo di passare per ipocondriaca, mi rifaccio tutte le analisi da capo.

Nel frattempo incontro Renate, e una parola tira l’altra e mi parla della secca, di come sta lei, e quello che più mi ha convinta è stato che lei mi credeva! Dopo anni di sguardi compassionevoli, finalmente qualcuno che mi capiva. Decido di prenotare una visita con il Dott Vergini, che dopo aver visto le mie analisi mi diagnostica Tiroidite di hashimoto e mi prescrive la secca e la vit D.(tsh, ft3, ft4, nei range). Ma nel frattempo mi informo, studio, cerco di capire cos’ho, e mi rendo conto che dovrò conviverci tutta la vita, che dovrò sempre stare attenta a quel che mangio, a quel che faccio, che probabilmente quel velo di stanchezza ci sarà sempre e che avrò giorni si e giorni no, ma che con questa cura però sono rinata, ho un sonno regolare, la stanchezza è stato il primo sintomo a sparire. Ho tolto il glutine dalla dieta, i latticini li avevo già eliminati, prendo gli integratori, se prima mi dimenticavo anche di prendere la pillola per tre giorni, la secca non l’ho mai scordata!
Non avrei mai creduto che fosse “solo” la tiroide, che se mi avessero curato prima avrei avuto uno splendido matrimonio, non chiusa in casa con attacchi di panico e pianti…è l’avvenimento che mi pesa di più…non essere stata “presente”…