Ancora Ipo

Malattia di Hashimoto

La malattia di Hashimoto (chiamata anche tiroidite di Hashimoto o tiroidite autoimmune) è la causa più comune di ipotiroidismo. Vuol dire che il sistema immunitario sbaglia e attaca la tiroide distruggendola. La malattia di Hashimoto colpisce 20 volte più femmine che i maschi ed ha una base ereditaria. 

Hakaru Hashimoto, in 1912 era il primo medico che ha descritto la malattia di Hashimoto

Hakaru Hashimoto
Come fa un paziente a sapere se ha la malattia di Hashimoto?

Fisicamente succede che gli anticorpi contro tireoperossidasi (TPO) e/o tireoglobulina (TG) causano la graduale distruzione delle cellule follicolari della tiroide. La malattia viene diagnosticata facendo esami del sangue per controllare i livelli di ‘anti TPO’ e ‘anti TG’. All’inizio della malattia episodi di ipotiroidismo possono alterarsi con episodi di ipertiroidismo. 

Cosa può fare un paziente di Hashimoto per stare bene?

Un paziente Hashimoto, oltre a farsi visitare da un medico specialistico preferibilmente della lista di medici che lavorano con la secca e l’IBSA e seguire le indicazioni sotto ‘favorire la salute’ di questo sito, fa bene ad eliminare il glutine dalla dieta. Non solo perchè c’è un collegamento tra la malattia di Hashimoto e la celiachia, ma anche perchè spesso i pazienti Hashimoto sono insaputamente sensibili al glutine. Anche se un paziente riesce a tollerare il glutine è sempre meglio evitarlo. Questa pagina spiega perchè. 

Cosa può fare un paziente per evitare che ai figli viene ereditata la malattia di Hashimoto?

Ci sono 3 condizioni che facilitano lo scatenamento di una malattia autoimmune:

  • La prima è il gene ereditato. I geni dei mitocondri materni vengono trasmessi ai figli e quindi se una donna ha la malattia di Hashimoto è molto probabile che i suoi figli possiedono il gene. 
  • La seconda è una esposizione ambientale; un ‘trigger’. Qui ha un ruolo importante il glutine. Esporre il corpo al glutine quotidianamente può accendere i geni e scatenare il processo autoimmune. 
  • Terza e ultima, serve una barriera immune compromessa. Sopratutto il ‘leaky gut’ (intestino permeabile) compromette la barriera immune. Il glutine è un fattore importante perchè distrugge i micovilli delicati che rivestono il tratto gastrointestinale

Quindi un’alimentazione controllata può aiutare ad evitare che insorga il processo autoimmune. Anche l’allatamento è un grande aiuto al sistema immunitario del bambino. Preferibilmente per i primi due anni di vita e oltre, come consiglia L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS, o World Health Organization). Inoltre, sempre secondo l’OMS è molto importante aspettare per lo svezzamento finchè il bambino non ha compiuto 6 mesi. Per fortuna più e più donne apprezzano i vantaggi dell’allatamento. Si trovano dei gruppi di sostegno su Facebook dove si possono rivolgere  domande e consigli https://www.facebook.com/groups/Allattamentoalseno/. Esiste anche un gruppo per mamme che allattano oltre i 6 mesi: https://www.facebook.com/groups/192018677479573/ 

Noduli

La malattia di Hashimoto può causare noduli. È importante escludere che essi siano maligni. Per fortuna solo nel meno del 5% dei casi si tratta di noduli maligni.   

Condividi questa paginaTweet about this on TwitterShare on FacebookEmail this to someoneShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr