Ancora Ipo

glutine

Per pazienti con la malattia di Hashimoto, una malattia autoimmune in cui il corpo sbaglia e attaca la tiroide distruggendola, è meglio togliere completamente il glutine dalla dieta. Il glutine, oltre al fatto che il grano presumibilmente è stato modificato geneticamente negli anni ’60, fa in modo che il corpo produce più della proteina zonulina (succede anche in persone non sensibili al glutine) il che fa dilatare la flora intestina perciò lascia passare pezzettini di cibo piu grandi nel sangue. Ovviamente questa è l’ultima cosa di cui ha bisogno una persona che già ha un sistema immunitario compromesso. Spesso i pazienti si sentono meglio evitando il glutine. Ma anche se non fosse così sarebbe meglio evitarle comunque per il processo appena descritto.

Spesso i pazienti con la malattia di Hashimoto hanno la sindrome della permeabilità intestinale e tante intolleranze ai cibi. C’è anche una correlazione tra la malattia di Hashimoto e celiachia (ricerca scientifica condotta da Susan H. Barton e Joseph E. Murray).

Per trovare dei prodotti senza glutine si può registrarsi all AIC  (Associazione Italiana Celiachia) per poter consultare il prontuario. In teoria sarebbe meglio evitare i prodotti senza glutine processati perchè molto spesso contengono chimici e ingredienti OGM. Per esempio tanti prodotti senza glutine contengono lupina, che di natura ha un gusto amaro, ma è stata geneticamente modificato per renderla dolce. Quasi tutti mix di farina senza glutine già pronti contengono E464 Idrossipropilmetilcellulosa. Sarebbe meglio fare un proprio mix di farina in casa o evitare la farina completamente e sostituire con grano saraceno (consentito dal prontuario), farina di mandorle fatta in casa ecc. 

glutenfree

Condividi questa paginaTweet about this on TwitterShare on FacebookEmail this to someoneShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr